Leggere la Bibbia. Chi, quando, dove, come, perché

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Tutto vero, reale e interessante. Ma anche difficile

Messaggio  Daniele il Gio Mag 01, 2008 9:04 am

Dall'indagine SKA-Eurisko su "La lettura delle Scritture". Risposte in percentuale


PER LEI IL CONTENUTO DELLA BIBBIA È VERO O FALSO?

STATI UNITI – 88 vero 12 falso

REGNO UNITO – 66 vero 34 falso
OLANDA – 59 vero 41 falso
GERMANIA – 72 vero 28 falso
FRANCIA – 62 vero 38 falso
SPAGNA – 67 vero 33 falso

ITALIA – 86 vero 14 falso

POLONIA – 93 vero 7 falso
RUSSIA – 90 vero 10 falso


È REALE O ASTRATTO?

STATI UNITI – 75 reale 25 astratto

REGNO UNITO – 51 reale 49 astratto
OLANDA – 35 reale 64 astratto
GERMANIA – 59 reale 41 astratto
FRANCIA – 36 reale 64 astratto
SPAGNA – 39 reale 61 astratto

ITALIA – 64 reale 36 astratto

POLONIA – 66 reale 34 astratto
RUSSIA – 61 reale 39 astratto


È INTERESSANTE O NOIOSO?

STATI UNITI – 95 interessante 5 noioso

REGNO UNITO – 75 interessante 25 noioso
OLANDA – 66 interessante 34 noioso
GERMANIA – 83 interessante 17 noioso
FRANCIA – 75 interessante 25 noioso
SPAGNA – 74 interessante 26 noioso

ITALIA – 86 interessante 14 noioso

POLONIA – 91 interessante 9 noioso
RUSSIA – 81 interessante 19 noioso


È FACILE O DIFFICILE?

STATI UNITI – 44 facile 56 difficile

REGNO UNITO – 36 facile 64 difficile
OLANDA – 36 facile 64 difficile
GERMANIA – 30 facile 70 difficile
FRANCIA – 35 facile 65 difficile
SPAGNA – 39 facile 61 difficile

ITALIA – 38 facile 62 difficile

POLONIA – 32 facile 68 difficile
RUSSIA – 34 facile 66 difficile
avatar
Daniele
Admin

Numero di messaggi : 605
Età : 56
Località : Napoli
Data d'iscrizione : 13.02.08

Vedi il profilo dell'utente http://vangelo.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Leggere la Bibbia. Chi, quando, dove, come, perché

Messaggio  Daniele il Gio Mag 01, 2008 9:04 am

Una grande inchiesta in tredici paesi del mondo. I primi risultati relativi a Stati Uniti, Regno Unito, Olanda, Germania, Francia, Spagna, Italia, Polonia, Russia. Il tutto in preparazione del prossimo sinodo dei vescovi.

Il sinodo dei vescovi che si terrà in Vaticano in ottobre avrà per tema: "La Parola di Dio nella vita e nella missione della Chiesa". Il precedente, nell'ottobre del 2005, aveva avuto per tema l'eucaristia.


* * *

Una prima considerazione che emerge è che in Nordamerica e in Europa la Bibbia non è soltanto il libro di un particolare gruppo religioso, ma un testo di riferimento capitale per tutti.

Non in tutte le nazioni, però, la Bibbia è presente e incide allo stesso modo. L'ondata secolarizzante produce effetti molto differenziati da regione a regione. Negli Stati Uniti e in Italia tali effetti appaiono più contenuti che in altri paesi dell'Europa Occidentale, tra i quali la Francia risulta essere la nazione più scristianizzata. E poi c'è l'Europa Orientale, con i casi a loro volta distinti della Polonia e della Russia. Ogni paese, inoltre, ha una sua storia e un suo profilo religiosi.

Per questo, raramente le risposte all'indagine coincidono tra paese e paese.

Ad esempio, tranne che in Francia dove meno della metà hanno in casa una Bibbia, negli altri paesi la grande maggioranza della popolazione ne possiede una copia. In Italia il 75 per cento e negli Stati Uniti addirittura il 93 per cento.

Ma alla richiesta di dire se si è letto un brano della Bibbia negli ultimi dodici mesi, solo negli Stati Uniti le risposte sono diffusamente affermative. Lì i sì sono il 75 per cento, mentre in Italia scendono al 27 per cento e in Spagna al 20.

Alla lettura personale della Bibbia, in Germania, in Italia e in Polonia rispondono che preferiscono ascoltare un'omelia. In effetti, la partecipazione alla messa è per molti l'unico momento di contatto con le Sacre Scritture che vi vengono lette.

Anche il pregare utilizzando la Bibbia risulta più frequente negli Stati Uniti, col 37 per cento di risposte positive. E così in Polonia, col 32 per cento. Mentre in Italia si cala al 10 per cento e in Spagna all'8.

In genere, leggono di più la Bibbia coloro che partecipano a riti e gruppi che già praticano tale comportamento, E a sua volta chi legge personalmente la Bibbia è più portato a partecipare a tali riti e gruppi.

Alle domande se la Bibbia è vera o falsa, reale o astratta, interessante o noiosa, le risposte sono per lo più positive. Persino nella scristianizzata Francia il 62 per cento ritiene vero il contenuto delle Sacre Scritture. La tabella completa è riportata più sotto.

Quasi dovunque, però, la Bibbia è anche considerata un libro "difficile". Che quindi richiede di essere accompagnato e spiegato nella lettura.

Ai fini dell'interpretazione della Bibbia, la definizione più condivisa dappertutto – anche in Francia – è che essa è "parola ispirata da Dio, ma non tutto in essa deve essere interpretato alla lettera, parola per parola".

Subito dopo c'è chi dice che la Bibbia è solo "un antico libro di leggende, fatti storici e insegnamenti scritti dall'uomo" . A tale definizione i consensi più bassi sono in Italia e negli Stati Uniti.

Molti meno sono quelli che definiscono la Bibbia "parola diretta di Dio, che deve essere interpretata alla lettera, parola per parola". Tale definizione "fondamentalista" ha un seguito ovunque scarso, tranne che in Polonia, col 34 per cento, e negli Stati Uniti, col 27 per cento.

Circa la conoscenza di nozioni elementari riguardanti la Sacra Scrittura, i record di ignoranza se li aggiudicano la Russia e la Spagna. Mentre i punteggi migliori vanno a Germania, Polonia, Italia e Stati Uniti. Qui più di un terzo della popolazione adulta risponde correttamente che i Vangeli sono una parte della Bibbia, che Gesù non ha scritto alcun libro, che Mosè è un personaggio dell'Antico Testamento e che Paolo e Pietro non sono autori di Vangeli.

Curiosamente, i fondamentalisti mostrano di conoscere la Bibbia meno di quelli che la interpretano con spirito più critico.

Un'altra sorpresa data dall'indagine è il largo e quasi universale consenso all'idea che "nelle scuole si dovrebbe studiare la Bibbia", così come si studiano i grandi classici della letteratura. In Russia, ad esempio, i favorevoli sono il 63 per cento, in Italia il 62, nel Regno Unito il 60, in Germania il 56, mentre i contrari sono rispettivamente il 30 per cento, il 26, il 30 e il 27. L'unico paese in cui le posizioni si rovesciano è la Francia, dove i favorevoli sono il 24 per cento e i contrari il 60.

Fonte: http://chiesa.espresso.repubblica.it/articolo/199864


Ultima modifica di Daniele il Gio Mag 01, 2008 9:05 am, modificato 1 volta
avatar
Daniele
Admin

Numero di messaggi : 605
Età : 56
Località : Napoli
Data d'iscrizione : 13.02.08

Vedi il profilo dell'utente http://vangelo.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum