IL TESTO EVANGELICO DEL GIORNO

Pagina 6 di 40 Precedente  1 ... 5, 6, 7 ... 23 ... 40  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: IL TESTO EVANGELICO DEL GIORNO

Messaggio  annaxel il Dom Ago 24, 2014 2:49 pm

“La gente, chi dice che sia il Figlio dell’uomo?” Gesù pone questa domanda ai suoi discepoli, ma è una domanda senza tempo che penetra i nostri cuori, a noi la risposta….. Pietro non ha dubbi, Gesù è il Cristo, il Figlio del Dio vivente.
Solo Dio poteva mettere sulle labbra di Pietro tale rivelazione. È in Matteo, che compare per la prima volta il termine Chiesa, che significa assemblea, ed indica la comunità dei discepoli, la Chiesa. Di questa Chiesa, Pietro sarà la <roccia>, mentre <la pietra angolare, resta soltanto Cristo>. A questa Chiesa, Gesù promette la vittoria sulla morte e sull’azione del maligno ( le porte dell’inferi) consegnando a Pietro le chiavi del regno dei cieli, e tramite Pietro e i suoi successori potremmo accedere al regno dei cieli, perché Gesù a dato loro l’ autorità di aprire o chiudere l’accesso al Regno, dando tramite la Chiesa, una interpretazione autorevole della volontà di Dio.
avatar
annaxel

Numero di messaggi : 2673
Data d'iscrizione : 14.02.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL TESTO EVANGELICO DEL GIORNO

Messaggio  Giovanna Maria il Dom Ago 24, 2014 9:34 pm

Gesù pone ai suoi Apostoli una domanda che porrebbe ad ognuno di noi anche oggi: la gente chi dice che io sia?
Per chi ha una fede semplice ma salda come quella di Pietro potremmo rispondere: Tu Sei il Figlio di Dio che noi amiamo, ma per chi non ha fede Gesù rimarrebbe sempre e per sempre un estraneo. E' consolante sapere che più di duemila anni fa il Figlio di Dio ha condiviso la natura umana, tranne naturalmente che per il peccato, e alla professione di fede di Pietro Lui lo nomina "Roccia" della Sua Chiesa e così sarà, in futuro gli Apostoli e tutti i discepoli che riconosceranno Gesù come vero Dio e Unico Signore, vedranno in Pietro la prima pietra della Sua Chiesa perchè per primo lo ha riconosciuto come Figlio di Dio. Se crediamo in Gesù Lui ha sempre un posto speciale nel Suo Cuore, e nel tempo che verrà darà a ognuno di noi il posto che è stato per noi da Lui predestinato.
 I love you 
avatar
Giovanna Maria

Numero di messaggi : 1700
Età : 39
Località : Bisceglie
Data d'iscrizione : 20.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Lunedì della XXI settimana delle ferie del Tempo Ordinario

Messaggio  Andrea il Lun Ago 25, 2014 8:03 am


Lunedì della XXI settimana delle ferie del Tempo Ordinario

Santo(i) del giorno : S. José de Calasanz, sacerdote e fondatore (1557-1648), B. Maria Troncatti, suora missionaria F.M.A. (1883-1969)
image Per saperne di più sui Santi del giorno...

Letture del giorno

Meditazione del giorno : Papa Francesco
Cristo chiama tutti gli uomini alla santità

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Matteo 23,13-22.
Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che chiudete il regno dei cieli davanti agli uomini; perché così voi non vi entrate, e non lasciate entrare nemmeno quelli che vogliono entrarci
.
Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che percorrete il mare e la terra per fare un solo proselito e, ottenutolo, lo rendete figlio della Geenna il doppio di voi.
Guai a voi, guide cieche, che dite: Se si giura per il tempio non vale, ma se si giura per l'oro del tempio si è obbligati.
Stolti e ciechi: che cosa è più grande, l'oro o il tempio che rende sacro l'oro?
E dite ancora: Se si giura per l'altare non vale, ma se si giura per l'offerta che vi sta sopra, si resta obbligati.
Ciechi! Che cosa è più grande, l'offerta o l'altare che rende sacra l'offerta?
Ebbene, chi giura per l'altare, giura per l'altare e per quanto vi sta sopra;
e chi giura per il tempio, giura per il tempio e per Colui che l'abita.
E chi giura per il cielo, giura per il trono di Dio e per Colui che vi è assiso.

_________________
Andrea
avatar
Andrea
Admin

Numero di messaggi : 5446
Età : 86
Località : Atene - Grecia
Data d'iscrizione : 14.02.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.vangelo.forumattiVo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL TESTO EVANGELICO DEL GIORNO

Messaggio  Giovanna Maria il Lun Ago 25, 2014 2:33 pm

Gesù in questo passo del Vangelo accusa molto severamente gli scribi e farisei per la loro stoltezza e per la loro ipocrisia. Non basta fare apparentemente il volere di Dio giurando su cose materiali, ma si fa il volere di Dio quando la Parola del Signore si mette veramente in pratica e non proclamandola a tutto il popolo facendo gli ipocriti cioè parlare in un modo e agire in un altro.
avatar
Giovanna Maria

Numero di messaggi : 1700
Età : 39
Località : Bisceglie
Data d'iscrizione : 20.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL TESTO EVANGELICO DEL GIORNO

Messaggio  annaxel il Lun Ago 25, 2014 3:15 pm

Il linguaggio del capitolo 23 è certamente violento, ma è un linguaggio profetico. Le sette maledizioni, (guai), che Matteo riporta; oggi ne vengono analizzate solo tre. Deve essere chiaro che Gesù non intende maledire, ma chiamare a conversione.
Il primo <guai> è motivato dall’ostruzionismo contro il Vangelo, non accettandolo loro, impediscono anche agli altri di conoscere il messaggio di Gesù. Il secondo <guai> dal proselitismo; cercavano dei proseliti (pagani convertiti al giudaismo), ma poi li rendevano peccatori peggio di loro. Il terzo <guai> riguarda il giuramento. Gesù vuole far capire l’importanza di un giuramento, è bene sapere per chi e per cosa si giura. Giurare per il cielo, non esclude Colui che ne è il Signore. Il vangelo che Matteo scrive è diretto al popolo di Israele, ma, i <guai>, non sono rivolti solo a loro, ma prima di tutto ai cristiani che vivono tali atteggiamenti. I <guai> sono inoltre il segno che Gesù esprime come un lamento che nasce dall’amore per quei figli che come ciechi, brancolano nel buio della fede.
avatar
annaxel

Numero di messaggi : 2673
Data d'iscrizione : 14.02.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Martedì della XXI settimana delle ferie del Tempo Ordinario

Messaggio  Andrea il Mar Ago 26, 2014 8:04 am


Martedì della XXI settimana delle ferie del Tempo Ordinario

Santo(i) del giorno : S. Alessandro di Bergamo, martire († 303), B. Domenico Barberi, sacerdote C.P. (1792-1849)
image Per saperne di più sui Santi del giorno...

Letture del giorno

Meditazione del giorno : San Rafael Arnaiz Baron
Cristo ci chiama tutti alla conversione

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Matteo 23,23-26.
Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che pagate la decima della menta, dell'anèto e del cumìno, e trasgredite le prescrizioni più gravi della legge: la giustizia, la misericordia e la fedeltà. Queste cose bisognava praticare, senza omettere quelle.
Guide cieche, che filtrate il moscerino e ingoiate il cammello!
Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che pulite l'esterno del bicchiere e del piatto mentre all'interno sono pieni di rapina e d'intemperanza.
Fariseo cieco, pulisci prima l'interno del bicchiere, perché anche l'esterno diventi netto!

_________________
Andrea
avatar
Andrea
Admin

Numero di messaggi : 5446
Età : 86
Località : Atene - Grecia
Data d'iscrizione : 14.02.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.vangelo.forumattiVo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL TESTO EVANGELICO DEL GIORNO

Messaggio  Giovanna Maria il Mar Ago 26, 2014 12:13 pm

A quei tempi pagare le decime di quanto si possedeva era motivo di ammirazione tra la gente, perchè si pensava che così era cosa gradita a Dio. Ma per Gesù le cose non stanno così, non basta dare una parte dei propri beni per destare l'ammirazione di Dio ma essere buoni dentro. E per Gesù è anche inutile mangiare o bere su piatti e bicchieri puliti quando si è sporchi dentro come questi farisei che facevano all'esterno "buona educazione", quando invece erano degli odiosi ipocriti che facevano "beneficienza" agli occhi della gente all'esterno ma poi erano solo dei falsi modelli di vita.
avatar
Giovanna Maria

Numero di messaggi : 1700
Età : 39
Località : Bisceglie
Data d'iscrizione : 20.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL TESTO EVANGELICO DEL GIORNO

Messaggio  annaxel il Mar Ago 26, 2014 3:14 pm

Il Vangelo di oggi, continua il discorso di Gesù contro i farisei <guai>, portando alla luce l’ipocrisia di come intendevano il precetto mosaico della decima, da prelevare sui prodotti della terra, specialmente quelli più pregiati, dove i rabbini applicavano con esagerazione un prelievo elevato rispetto ad altre piante più insignificanti. Gesù usa questo precetto per ricordare quali sono le vere priorità della vita, che la legge impone, però da loro trasgredite: la giustizia, la misericordia, e la fedeltà, senza tralasciare le altre. Ancora una volta li chiama guide cieche, che non vedono quale sia la strada che porta alla salvezza, ma si perdono in cose esteriori di poca importanza, quando il vero sporco è dentro di loro, e i loro cuori sono appesantiti da tante iniquità, cupidigia. Il grido di Gesù è un accorato appello a quello che deve essere il popolo di Dio, aiutandoli a capire le priorità che porteranno alla salvezza.
avatar
annaxel

Numero di messaggi : 2673
Data d'iscrizione : 14.02.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Mercoledì della XXI settimana delle ferie del Tempo Ordinario

Messaggio  Andrea il Mer Ago 27, 2014 8:39 am




Mercoledì della XXI settimana delle ferie del Tempo Ordinario

Santo(i) del giorno : S. Monica, madre di S. Agostino (331-387) - memoria -, B. María Pilar Izquierdo Albero, vergine, fondatrice (1906-1945)
image Per saperne di più sui Santi del giorno...

Letture del giorno

Meditazione del giorno : Papa Francesco
Cristo chiama tutti gli uomini ad aprirsi al perdono di Dio

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Matteo 23,27-32.
Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che rassomigliate a sepolcri imbiancati: essi all'esterno son belli a vedersi, ma dentro sono pieni di ossa di morti e di ogni putridume.
Così anche voi apparite giusti all'esterno davanti agli uomini, ma dentro siete pieni d'ipocrisia e d'iniquità.
Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che innalzate i sepolcri ai profeti e adornate le tombe dei giusti,
e dite: Se fossimo vissuti al tempo dei nostri padri, non ci saremmo associati a loro per versare il sangue dei profeti;
e così testimoniate, contro voi stessi, di essere figli degli uccisori dei profeti.
Ebbene, colmate la misura dei vostri padri!


_________________
Andrea
avatar
Andrea
Admin

Numero di messaggi : 5446
Età : 86
Località : Atene - Grecia
Data d'iscrizione : 14.02.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.vangelo.forumattiVo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL TESTO EVANGELICO DEL GIORNO

Messaggio  Giovanna Maria il Mer Ago 27, 2014 9:57 am

A Gesù non piace il comportamento dei farisei: li paragona a sepolcri imbiancati che apparentemente sembrano belli ma dentro pieni di putrefazione di morti. Apparentemente giusti davanti al popolo ma in realtà ipocriti e falsi verso la Legge di Dio. E saranno proprio loro i primi a condannare a morte Gesù, loro che dicevano che se fossero vissuti all'epoca dei loro padri non avrebbero condannato i profeti che annunciavano l'arrivo del Figlio di Dio che avrebbe salvato Israele. Sono stati i primi a volere la morte di Gesù: il Messia che tanto attendevano!
avatar
Giovanna Maria

Numero di messaggi : 1700
Età : 39
Località : Bisceglie
Data d'iscrizione : 20.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL TESTO EVANGELICO DEL GIORNO

Messaggio  annaxel il Mer Ago 27, 2014 5:25 pm

Gesù, chiama alla conversione, ponendo davanti ai loro occhi, i sepolcri, belli da vedersi, perché sono ben tenuti, addobbati, bianchi splendenti, così curati da ricevere complimenti dalle persone che li visitano, ma <guai> a voi, perché i sepolcri racchiudono morti e le loro ossa, e voi siete come loro, belli all’esterno, ma dentro di voi, nei vostri cuori alberga solo ipocrisia e iniquità, non è quello che vuole per quelli che lo seguono, ma desidera che i loro cuori si convertano e riconoscono l’operato dei loro padri, che uccidevano i profeti inviati da Dio ad annunciare la venuta del Cristo, quel Cristo atteso da sempre, ma mai riconosciuto.
avatar
annaxel

Numero di messaggi : 2673
Data d'iscrizione : 14.02.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Giovedì della XXI settimana delle ferie del Tempo Ordinario

Messaggio  Andrea il Gio Ago 28, 2014 8:09 am


Giovedì della XXI settimana delle ferie del Tempo Ordinario

Santo(i) del giorno : S. Agostino d'Ippona, vescovo e Dr. della Chiesa (354-430), B. Zelia Guerin, madre di S. Teresa di Gesù Bambino
image Per saperne di più sui Santi del giorno...

Letture del giorno

Meditazione del giorno : San Giovanni Paolo II
“Perciò anche voi state pronti”

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Matteo 24,42-51.
Vegliate dunque, perché non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà.
Questo considerate: se il padrone di casa sapesse in quale ora della notte viene il ladro, veglierebbe e non si lascerebbe scassinare la casa.
Perciò anche voi state pronti, perché nell'ora che non immaginate, il Figlio dell'uomo verrà. »
Qual è dunque il servo fidato e prudente che il padrone ha preposto ai suoi domestici con l'incarico di dar loro il cibo al tempo dovuto?
Beato quel servo che il padrone al suo ritorno troverà ad agire così!
In verità vi dico: gli affiderà l'amministrazione di tutti i suoi beni.
Ma se questo servo malvagio dicesse in cuor suo: Il mio padrone tarda a venire,
e cominciasse a percuotere i suoi compagni e a bere e a mangiare con gli ubriaconi,
arriverà il padrone quando il servo non se l'aspetta e nell'ora che non sa,
lo punirà con rigore e gli infliggerà la sorte che gli ipocriti si meritano: e là sarà pianto e stridore di denti.


_________________
Andrea
avatar
Andrea
Admin

Numero di messaggi : 5446
Età : 86
Località : Atene - Grecia
Data d'iscrizione : 14.02.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.vangelo.forumattiVo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL TESTO EVANGELICO DEL GIORNO

Messaggio  Giovanna Maria il Gio Ago 28, 2014 10:51 am

In questo passo del Vangelo, Gesù ci esorta ad essere vigili su quando Dio verrà e giudicherà il nostro operato. Se saremo buoni come al servo fidato che pensa prima ai suoi compagni di lavoro che a lui, il Signore ci loderà e ci darà il posto dei giusti. Se invece siamo malvagi come al servo che percuote i suoi compagni e ignora gli ordini del suo padrone saremo puniti severamente come tutti coloro che sono cattivi.
avatar
Giovanna Maria

Numero di messaggi : 1700
Età : 39
Località : Bisceglie
Data d'iscrizione : 20.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL TESTO EVANGELICO DEL GIORNO

Messaggio  Andrea il Ven Ago 29, 2014 8:37 am



Ascolta

In quel tempo, Erode aveva mandato ad arrestare Giovanni e lo aveva messo in prigione a causa di Erodìade, moglie di suo fratello Filippo, perché l'aveva sposata. Giovanni infatti diceva a Erode: «Non ti è lecito tenere con te la moglie di tuo fratello». Per questo Erodìade lo odiava e voleva farlo uccidere, ma non poteva, perché Erode temeva Giovanni, sapendolo uomo giusto e santo, e vigilava su di lui; nell'ascoltarlo restava molto perplesso, tuttavia lo ascoltava volentieri.
Venne però il giorno propizio, quando Erode, per il suo compleanno, fece un banchetto per i più alti funzionari della sua corte, gli ufficiali dell'esercito e i notabili della Galilea. Entrata la figlia della stessa Erodìade, danzò e piacque a Erode e ai commensali. Allora il re disse alla fanciulla: «Chiedimi quello che vuoi e io te lo darò». E le giurò più volte: «Qualsiasi cosa mi chiederai, te la darò, fosse anche la metà del mio regno». Ella uscì e disse alla madre: «Che cosa devo chiedere?». Quella rispose: «La testa di Giovanni il Battista». E subito, entrata di corsa dal re, fece la richiesta, dicendo: «Voglio che tu mi dia adesso, su un vassoio, la testa di Giovanni il Battista». Il re, fattosi molto triste, a motivo del giuramento e dei commensali non volle opporle un rifiuto.
E subito il re mandò una guardia e ordinò che gli fosse portata la testa di Giovanni. La guardia andò, lo decapitò in prigione e ne portò la testa su un vassoio, la diede alla fanciulla e la fanciulla la diede a sua madre. I discepoli di Giovanni, saputo il fatto, vennero, ne presero il cadavere e lo posero in un sepolcro.


Medita

Cosa non si arriverebbe a fare per fare bella figura con gli amici? Quante persone sono disponibili ad andare contro i propri principi per compiacere coloro che hanno gli occhi puntati su di loro, per non farsi prendere in giro, per apparire belli. Quanti ragazzi con l'animo buono hanno rovinato la loro vita per essere accettati da un gruppo, drogandosi perché tutti lo facevano, stuprando perché il gruppo così faceva, rubando per non essere da meno degli altri. Non solo i ragazzi, ma tutti noi barattiamo spesso i nostri principi in cambio di un apprezzamento che ci venga rivolto da chi ci sta intorno, vendiamo la nostra anima per conquistarci un pezzetto di notorietà. Le persone che ci chiedono di ricusare i nostri valori non possono dirsi amici, sono parte di un mostro con le grandi fauci ma con le sembianze di una dolce ragazza, suadente, sorridente, un mostro pronto a divorarci da dentro non appena ci concediamo a lui, un mostro che ci svuota della nostra essenza più preziosa.
(Pietro Turri)

_________________
Andrea
avatar
Andrea
Admin

Numero di messaggi : 5446
Età : 86
Località : Atene - Grecia
Data d'iscrizione : 14.02.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.vangelo.forumattiVo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL TESTO EVANGELICO DEL GIORNO

Messaggio  Giovanna Maria il Ven Ago 29, 2014 12:40 pm

Il martirio di S.Giovanni Battista mi tocca da vicino,non solo perchè è il Santo del mio nome ma anche perchè è stato un esempio di umiltà. Lui per primo ancora doveva nascere quando venne Maria da Elisabetta sussultò nel grembo materno perchè già da allora aveva riconosciuto il Messia. La sua vita fu tutta dedicata a preparare la strada al Signore affinchè quando fosse venuto, trovasse i cuori degli uomini preparati alla venuta del Figlio di Dio. E quando Gesù venne per essere battezzato da lui, Giovanni disse che lui doveva essere battezzato da Lui e non il contrario. Erode lo fa imprigionare per ordine di Erodiade che lo odiava perchè Giovanni con la sua Parola ostacolava i suoi piani, ed è bastata una danza da parte della figlia Salomè a cui Erode aveva giurato ogni cosa che avrebbe voluto, per decapitarlo e dare così soddisfazione alla moglie. I discepoli ne presero il corpo e lo seppellirono ma ben sapendo che l'opera di Giovanni il Battista sarebbe rimasta nel cuore di ogni giusto.
avatar
Giovanna Maria

Numero di messaggi : 1700
Età : 39
Località : Bisceglie
Data d'iscrizione : 20.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL TESTO EVANGELICO DEL GIORNO

Messaggio  annaxel il Ven Ago 29, 2014 1:45 pm

Oggi, è  l’evangelista Marco che ci propone il testo del vangelo. E’ un testo che ci parla di un grande personaggio, uno dei più grandi profeti, l’ultimo dei profeti; Giovanni il Battista, il precursore….  dopo di lui il Cristo…
Oggi si ricorda il suo martirio, gli ultimi momenti nella prigione, prima del martirio. La posizione di questo episodio, non è causale: la missione dei, Dodici deve avere sempre davanti la prospettiva del rifiuto e quindi della croce; sarà lo stesso itinerario percorso da Gesù; l’identità di Gesù si rivelerà infatti soltanto sulla croce.
avatar
annaxel

Numero di messaggi : 2673
Data d'iscrizione : 14.02.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL TESTO EVANGELICO DEL GIORNO

Messaggio  Andrea il Sab Ago 30, 2014 8:07 am

Sabato della XXI settimana delle ferie del Tempo Ordinario

Santo(i) del giorno : B. Alfredo Ildefonso Schuster, cardinale (1880-1954),  BB. Diego Ventaja e Manuel Medina, martiri († 1936)
image Per saperne di più sui Santi del giorno...

Letture del giorno

Meditazione del giorno : Concilio Vaticano II
“Signore, mi hai consegnato cinque talenti; ecco, ne ho guadagnati altri cinque”

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Matteo 25,14-30.
Avverrà come di un uomo che, partendo per un viaggio, chiamò i suoi servi e consegnò loro i suoi beni.
A uno diede cinque talenti, a un altro due, a un altro uno, a ciascuno secondo la sua capacità, e partì.
Colui che aveva ricevuto cinque talenti, andò subito a impiegarli e ne guadagnò altri cinque.
Così anche quello che ne aveva ricevuti due, ne guadagnò altri due.
Colui invece che aveva ricevuto un solo talento, andò a fare una buca nel terreno e vi nascose il denaro del suo padrone.
Dopo molto tempo il padrone di quei servi tornò, e volle regolare i conti con loro.
Colui che aveva ricevuto cinque talenti, ne presentò altri cinque, dicendo: Signore, mi hai consegnato cinque talenti; ecco, ne ho guadagnati altri cinque.
Bene, servo buono e fedele, gli disse il suo padrone, sei stato fedele nel poco, ti darò autorità su molto; prendi parte alla gioia del tuo padrone.
Presentatosi poi colui che aveva ricevuto due talenti, disse: Signore, mi hai consegnato due talenti; vedi, ne ho guadagnati altri due.
Bene, servo buono e fedele, gli rispose il padrone, sei stato fedele nel poco, ti darò autorità su molto; prendi parte alla gioia del tuo padrone.
Venuto infine colui che aveva ricevuto un solo talento, disse: Signore, so che sei un uomo duro, che mieti dove non hai seminato e raccogli dove non hai sparso;
per paura andai a nascondere il tuo talento sotterra; ecco qui il tuo.
Il padrone gli rispose: Servo malvagio e infingardo, sapevi che mieto dove non ho seminato e raccolgo dove non ho sparso;
avresti dovuto affidare il mio denaro ai banchieri e così, ritornando, avrei ritirato il mio con l'interesse.
Toglietegli dunque il talento, e datelo a chi ha i dieci talenti.
Perché a chiunque ha sarà dato e sarà nell'abbondanza; ma a chi non ha sarà tolto anche quello che ha.
E il servo fannullone gettatelo fuori nelle tenebre; là sarà pianto e stridore di denti.

_________________
Andrea
avatar
Andrea
Admin

Numero di messaggi : 5446
Età : 86
Località : Atene - Grecia
Data d'iscrizione : 14.02.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.vangelo.forumattiVo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL TESTO EVANGELICO DEL GIORNO

Messaggio  Giovanna Maria il Sab Ago 30, 2014 11:18 am

In questa parabola Gesù ci fa capire che Dio è si un Padre amorevole ma anche molto esigente. Lui ci dà dei talenti particolari per ognuno di noi: intelligenza, carattere, e potrei continuare all'infinito...
Sta a noi saperli usare bene questi talenti, che se "spesi" bene ci fanno diventare grandi agli occhi di Dio ma se li spendiamo male Dio ci punirà e ci escluderà dalla vita eterna.
king queen
avatar
Giovanna Maria

Numero di messaggi : 1700
Età : 39
Località : Bisceglie
Data d'iscrizione : 20.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL TESTO EVANGELICO DEL GIORNO

Messaggio  annaxel il Sab Ago 30, 2014 1:58 pm

Nella parabola dei talenti, Matteo, esorta su come vivere questo tempo di attesa, perché nessuno conosce, quando il Signore ritornerà. Vivere nell’attesa del ritorno del Signore non significa dimenticare il presente; al contrario: proprio la speranza nel Regno che viene deve stimolare l’uomo ad un maggiore impegno nel quotidiano.
La fedeltà nelle piccole cose, deve caratterizzare la vita del cristiano nella prospettiva del ritorno del Signore. I doni che ciascuno riceviamo, pur in modo diverso non possono essere tenuti nascosti, ma alla luce del sole possono dimostrare la nostra fedeltà nell’attesa del Suo ritorno. Alla fine, ciò che conta è <entrare nella gioia del Signore>. Come può la comunità cristiana di oggi vivere nell’attesa del ritorno di Gesù?
avatar
annaxel

Numero di messaggi : 2673
Data d'iscrizione : 14.02.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

XXII Domenica del Tempo Ordinario - Anno A

Messaggio  Andrea il Dom Ago 31, 2014 8:06 am


XXII Domenica del Tempo Ordinario - Anno A

Santo(i) del giorno : S. Raimondo Nonnato, religioso O.M.D. (1200-1240), B. Pere (Pietro) Tarrés i Claret, dottore e sac. (1905-1950)
image Per saperne di più sui Santi del giorno...

Letture del giorno

Meditazione del giorno : Imitazione di Cristo
“Prenda la sua croce e mi segua”

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Matteo 16,21-27.
Da allora Gesù cominciò a dire apertamente ai suoi discepoli che doveva andare a Gerusalemme e soffrire molto da parte degli anziani, dei sommi sacerdoti e degli scribi, e venire ucciso e risuscitare il terzo giorno.
Ma Pietro lo trasse in disparte e cominciò a protestare dicendo: «Dio te ne scampi, Signore; questo non ti accadrà mai».
Ma egli, voltandosi, disse a Pietro: «Lungi da me, satana! Tu mi sei di scandalo, perché non pensi secondo Dio, ma secondo gli uomini!».
Allora Gesù disse ai suoi discepoli: «Se qualcuno vuol venire dietro a me rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua.
Perché chi vorrà salvare la propria vita, la perderà; ma chi perderà la propria vita per causa mia, la troverà.
Qual vantaggio infatti avrà l'uomo se guadagnerà il mondo intero, e poi perderà la propria anima? O che cosa l'uomo potrà dare in cambio della propria anima?
Poiché il Figlio dell'uomo verrà nella gloria del Padre suo, con i suoi angeli, e renderà a ciascuno secondo le sue azioni.


_________________
Andrea
avatar
Andrea
Admin

Numero di messaggi : 5446
Età : 86
Località : Atene - Grecia
Data d'iscrizione : 14.02.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.vangelo.forumattiVo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL TESTO EVANGELICO DEL GIORNO

Messaggio  Giovanna Maria il Dom Ago 31, 2014 10:07 am

Parole dure quelle di Gesù: soffrire, morire per poi resuscitare...
Pietro non lo comprende ed è per questo che protesta contro Gesù, perchè non vuole che tutto questo gli accada, ma questa non è la logica di Gesù e rimprovera Pietro aspramente perchè non la pensa come Dio ma come vuole lui e gli uomini. Il disegno di Dio è di redimere l'umanità intera attraverso Gesù, affinchè vedendo quanto amore ha avuto il Padre per mezzo del Figlio vedendolo morire, vedessero attraverso di Lui un esempio di amore. Poi Gesù aggiunge che chi vuole seguirlo deve accettare il suo destino, infatti che vantaggio c'è per qualsiasi uomo se conquistasse il mondo e poi perde la sua anima che è la cosa più preziosa? Gesù non bada alle apparenze, ma al cuore di ogni uomo.
avatar
Giovanna Maria

Numero di messaggi : 1700
Età : 39
Località : Bisceglie
Data d'iscrizione : 20.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Lunedì della XXII settimana delle ferie del Tempo Ordinario

Messaggio  Andrea il Lun Set 01, 2014 8:15 am


Lunedì della XXII settimana delle ferie del Tempo Ordinario

Santo(i) del giorno : BB. Cristino Roca Huguet e 11 Compagni, Martiri († 1236), S. Teresa Margherita del Cuore di Gesù, O.C.D. (1747-1770)
image Per saperne di più sui Santi del giorno...

Letture del giorno

Meditazione del giorno : San Giovanni Paolo II
“Mi ha mandato per annunziare un lieto messaggio”

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca 4,16-30.
In quel tempo, Gesù si recò a Nazaret, dove era stato allevato; ed entrò, secondo il suo solito, di sabato nella sinagoga e si alzò a leggere.
Gli fu dato il rotolo del profeta Isaia; apertolo trovò il passo dove era scritto:
Lo Spirito del Signore è sopra di me; per questo mi ha consacrato con l'unzione, e mi ha mandato per annunziare ai poveri un lieto messaggio, per proclamare ai prigionieri la liberazione e ai ciechi la vista; per rimettere in libertà gli oppressi,
e predicare un anno di grazia del Signore.
Poi arrotolò il volume, lo consegnò all'inserviente e sedette. Gli occhi di tutti nella sinagoga stavano fissi sopra di lui.
Allora cominciò a dire: «Oggi si è adempiuta questa Scrittura che voi avete udita con i vostri orecchi».
Tutti gli rendevano testimonianza ed erano meravigliati delle parole di grazia che uscivano dalla sua bocca e dicevano: «Non è il figlio di Giuseppe?».
Ma egli rispose: «Di certo voi mi citerete il proverbio: Medico, cura te stesso. Quanto abbiamo udito che accadde a Cafarnao, fàllo anche qui, nella tua patria!».
Poi aggiunse: «Nessun profeta è bene accetto in patria.
Vi dico anche: c'erano molte vedove in Israele al tempo di Elia, quando il cielo fu chiuso per tre anni e sei mesi e ci fu una grande carestia in tutto il paese;
ma a nessuna di esse fu mandato Elia, se non a una vedova in Sarepta di Sidone.
C'erano molti lebbrosi in Israele al tempo del profeta Eliseo, ma nessuno di loro fu risanato se non Naaman, il Siro».
All'udire queste cose, tutti nella sinagoga furono pieni di sdegno;
si levarono, lo cacciarono fuori della città e lo condussero fin sul ciglio del monte sul quale la loro città era situata, per gettarlo giù dal precipizio.
Ma egli, passando in mezzo a loro, se ne andò.

_________________
Andrea
avatar
Andrea
Admin

Numero di messaggi : 5446
Età : 86
Località : Atene - Grecia
Data d'iscrizione : 14.02.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.vangelo.forumattiVo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL TESTO EVANGELICO DEL GIORNO

Messaggio  Giovanna Maria il Lun Set 01, 2014 12:29 pm

Gesù ritorna a Gerusalemme nella sua sinagoga dove legge il passo del profeta Isaia che parla di Lui. Ma i suoi compaesani non accettano che proprio lui sia il Messia: lo vedono ancora come il figlio di Giuseppe il falegname, e non come il Cristo atteso dal popolo. Gesù a questo punto cita dei passi dell'Antico Testamento in cui dice che nessun profeta è ben accetto in patria, e loro si sentono offesi da questi paragoni e cercano addirittura di gettarlo nel precipizio, ma Gesù riesce a salvarsi in extremis e anche se a malincuore lascia per sempre il luogo natìo.
avatar
Giovanna Maria

Numero di messaggi : 1700
Età : 39
Località : Bisceglie
Data d'iscrizione : 20.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL TESTO EVANGELICO DEL GIORNO

Messaggio  annaxel il Lun Set 01, 2014 2:23 pm

La predicazione di Gesù nella sinagoga di Nazareth (dove Gesù è cresciuto) sembra essere bene accetta dai presenti, ma dopo la lettura del testo di Isaia, alla meraviglia, subentra un netto rifiuto che scaturisce in violenza, tanto da rischiare la morte. Alla luce di questi testi profetici, Gesù interpreta il suo battesimo come l’inizio della sua missione di <Unto>, quel Messia tanto atteso che Dio ha mandato per portare ai poveri il lieto annunzio. Gesù, dopo la lettura del testo si limita ad un breve commento: le parole del profeta si sono compiute <oggi>, in lui si è compiuta questa profezia. Il messaggio di Nazareth, propone agli ascoltatori il contenuto della sua missione, senza rivelare completamente la sua identità, affinché sia il Vangelo a rivelarla. Il racconto si chiude con un’apparente sconfitta di Gesù, ma in realtà Gesù si rifiuta di farsi manipolare dai suoi concittadini, pronto a loro disposizione come un guaritore; ma Gesù è venuto per tutti gli uomini che vogliono seguire il messaggio del suo Vangelo.
avatar
annaxel

Numero di messaggi : 2673
Data d'iscrizione : 14.02.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Martedì della XXII settimana delle ferie del Tempo Ordinario

Messaggio  Andrea il Mar Set 02, 2014 8:09 am

Martedì della XXII settimana delle ferie del Tempo Ordinario

Santo(i) del giorno : S. Elpidio, abate (sec. IV),  B. Antonio Franco, prelato e abate (1585-1626)
image Per saperne di più sui Santi del giorno...

Letture del giorno

Meditazione del giorno : Catechismo della Chiesa cattolica
“Sei venuto a rovinarci?”

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca 4,31-37.
In quel tempo, Gesù discese a Cafarnao, una città della Galilea, e il sabato ammaestrava la gente.
Rimanevano colpiti dal suo insegnamento, perché parlava con autorità.
Nella sinagoga c'era un uomo con un demonio immondo e cominciò a gridare forte:
«Basta! Che abbiamo a che fare con te, Gesù Nazareno? Sei venuto a rovinarci? So bene chi sei: il Santo di Dio!».
Gesù gli intimò: «Taci, esci da costui!». E il demonio, gettatolo a terra in mezzo alla gente, uscì da lui, senza fargli alcun male.
Tutti furono presi da paura e si dicevano l'un l'altro: «Che parola è mai questa, che comanda con autorità e potenza agli spiriti immondi ed essi se ne vanno?».
E si diffondeva la fama di lui in tutta la regione.

_________________
Andrea
avatar
Andrea
Admin

Numero di messaggi : 5446
Età : 86
Località : Atene - Grecia
Data d'iscrizione : 14.02.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.vangelo.forumattiVo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL TESTO EVANGELICO DEL GIORNO

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 6 di 40 Precedente  1 ... 5, 6, 7 ... 23 ... 40  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum