Un commento

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Un commento

Messaggio  Andrea il Dom Set 28, 2008 5:15 am

Un commento sul Vangelo di Marco
“Discepoli e communita` nel Vangelo di Marco” (Rinaldo de Fabris: I Vangeli. MARCO, Cittadella Editrice, 2005, pag. 228-229)

L’azione e il messaggio di Gesu` si intrecciano con la rete dlle relazioni umane fatte di accoglienza e e rifiuto, adesione e sostetto, entusiasmo e perplessità. Attorno alla sua persona in continuo movimento, secondo la pre-sentazione che ne fa Marco, si alternano la folla, i discepoli, i parenti e gli avversari. Ma nel secondo vangelo assume in particolare rilievo il rapporto tra Gesù e i discepoli. Quelli che egli chiama a seguirlo condividono il suo progetto spirituale e la sua missione,sono i destinatari di insegnamenti e rivelazioni. Con i discepoli “in casa” – in forma riservata- Gesù discute e chiarisce il syo progettoe le sue scelte. Molti problemi che stanno a cuore a Marco e che egli vuole chiarire per la communità cristiana formano làoggetto di queste istruzioni e dialoghi tra Gesù e i discepoli. Là insistenza di Marco sul tema dei discepoli rivela anche la sua preoccupazione e attenzione per la vita della communità cristiana. Quindi per comprendere qual è il progetto di Chiesa nel secondo vangelo si devono esaminare il ruolo, le condizioni e le caratteristiche dei discepoli.

_________________
Andrea
avatar
Andrea
Admin

Numero di messaggi : 5564
Età : 86
Località : Atene - Grecia
Data d'iscrizione : 14.02.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.vangelo.forumattiVo.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum