DIO VIENE INCONTRO ALL'UOMO (Capitolo secondo)

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: DIO VIENE INCONTRO ALL'UOMO (Capitolo secondo)

Messaggio  silvia il Ven Ott 24, 2008 2:15 am

annaxel ha scritto:Per concludere il secondo capitolo, riunisco queste domande:
2)Dove è contenuta la Rivelazione divina?
3) Chi è l'autore della Sacra Scrittura?
4) Che cos'è la tradizione?
5) Chi può interpretare autorevolmente la Bibbia o la Tradizione?

2- Nella Scrittura, Parola di Dio. Rivelazione perfetta è Gesù, Parola di Dio fatta carne.
Scrittura e Gesù, sono strettamente uniti.
Non dimentichiamo l'esperienza mistica, accolta e riconosciuta dalla Chiesa, dono per
tutti, che illumina,arricchisce,aiuta la comprensione delle verità rivelate.
(Contemplazione, intelligenza, esperienza delle cose spirituali..)
3- Lo Spirito Santo.
4- Non è possibile dire in due parole.E' la Fede trasmessa -coerente con la Scrittura-
dagli Apostoli e dai fedeli, con la parola e con la vita, con la preghiera e con la
testimonianza. Arricchita, aumentata, sotto l'azione dello Spirito Santo, dal popolo di
Dio in cammino,in comunione con il Papa e i Vescovi, tendente alla comprensione
della verità tutta intera...
5- La Chiesa, Comunità dei Fedeli in comunione con i Vescovi ed il Papa che ha
ricevuto da Gesù il mandato, l'autorità, il potere di confermare i fratelli nella fede.
avatar
silvia

Numero di messaggi : 783
Età : 77
Località : Padova
Data d'iscrizione : 16.02.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: DIO VIENE INCONTRO ALL'UOMO (Capitolo secondo)

Messaggio  annaxel il Mar Ott 21, 2008 2:27 pm

La Sacra tradizione
8. Pertanto la predicazione apostolica, che è espressa in modo speciale nei libri ispirati, doveva esser conservata con una successione ininterrotta fino alla fine dei tempi. Gli apostoli perciò, trasmettendo ciò che essi stessi avevano ricevuto, ammoniscono i fedeli ad attenersi alle tradizioni che avevano appreso sia a voce che per iscritto (cfr. 2 Ts 2,15), e di combattere per quella fede che era stata ad essi trasmessa una volta per sempre (11). Ciò che fu trasmesso dagli apostoli, poi, comprende tutto quanto contribuisce alla condotta santa del popolo di Dio e all'incremento della fede; così la Chiesa nella sua dottrina, nella sua vita e nel suo culto, perpetua e trasmette a tutte le generazioni tutto ciò che essa è, tutto ciò che essa crede.
Questa Tradizione di origine apostolica progredisce nella Chiesa con l'assistenza dello Spirito Santo (12): cresce infatti la comprensione, tanto delle cose quanto delle parole trasmesse, sia con la contemplazione e lo studio dei credenti che le meditano in cuor loro (cfr. Lc 2,19 e 51), sia con la intelligenza data da una più profonda esperienza delle cose spirituali, sia per la predicazione di coloro i quali con la successione episcopale hanno ricevuto un carisma sicuro di verità. Così la Chiesa nel corso dei secoli tende incessantemente alla pienezza della verità divina, finché in essa vengano a compimento le parole di Dio.
Le asserzioni dei santi Padri attestano la vivificante presenza di questa Tradizione, le cui ricchezze sono trasfuse nella pratica e nella vita della Chiesa che crede e che prega. È questa Tradizione che fa conoscere alla Chiesa l'intero canone dei libri sacri e nella Chiesa fa più profondamente comprendere e rende ininterrottamente operanti le stesse sacre Scritture. Così Dio, il quale ha parlato in passato non cessa di parlare con la sposa del suo Figlio diletto, e lo Spirito Santo, per mezzo del quale la viva voce dell'Evangelo risuona nella Chiesa e per mezzo di questa nel mondo, introduce i credenti alla verità intera e in essi fa risiedere la parola di Cristo in tutta la sua ricchezza (cfr. Col 3,16).
Relazioni tra la Scrittura e la Tradizione
9. La sacra Tradizione dunque e la sacra Scrittura sono strettamente congiunte e comunicanti tra loro. Poiché ambedue scaturiscono dalla stessa divina sorgente, esse formano in certo qual modo un tutto e tendono allo stesso fine. Infatti la sacra Scrittura e a parola di Dio in quanto consegnata per iscritto per ispirazione dello Spirito divino; quanto alla sacra Tradizione, essa trasmette integralmente la paro a di Dio - affidata da Cristo Signore e dallo Spirito Santo agli apostoli - ai loro successori, affinché, illuminati dallo Spirito di verità, con la loro predicazione fedelmente la conservino, la espongano e la diffondano; ne risulta così che la Chiesa attinge la certezza su tutte le cose rivelate non dalla sola Scrittura e che di conseguenza l'una e l'altra devono essere accettate e venerate con pari sentimento di pietà e riverenza (13). ( Costituzione < Dei Verbum>)
avatar
annaxel

Numero di messaggi : 2799
Data d'iscrizione : 14.02.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: DIO VIENE INCONTRO ALL'UOMO (Capitolo secondo)

Messaggio  Maria R. il Lun Ott 20, 2008 1:42 pm

annaxel ha scritto:Per concludere il secondo capitolo, riunisco queste domande:
2)Dove è contenuta la Rivelazione divina?
3) Chi è l'autore della Sacra Scrittura?
4) Che cos'è la tradizione?
5) Chi può interpretare autorevolmente la Bibbia o la Tradizione?

1. La Rivelazione Divina è Gesù sulla Santa Croce, Dio si è rivelato attraverso Suo Figlio Gesù;
2. L'Autore della Sacra Scrittura è Dio stesso;
3. La tradizione è come un cerchio, che inizia dalla creazione del mondo creato da Dio e attraverso la venuta di Gesù si ricongiunge a Dio Padre Ovvero l'Antico testamento che si completa con il Nuove Testamento (spero di essermi spiegata Crying or Very sad )
4. La Bibbia o la tradizione è interpretata autorevolmente dal Papa.

Maria R.

Numero di messaggi : 148
Data d'iscrizione : 01.06.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: DIO VIENE INCONTRO ALL'UOMO (Capitolo secondo)

Messaggio  Andrea il Lun Ott 20, 2008 6:16 am

Dove è contenuta la Rivelazione divina?

Il passo necessario di Dio dopo la caduta di Adamo ed Eva, era di rivelarsi una seconda volta dopo il diniego dei due primi uomini di accettarlo come Creatore misericordioso. buono e pieno di amore per le sue creature.
Cosi incaricò Abramo dandogli la promessa di diventare il padre di una multitudine di uomini. Abramo seguì il percorso indicato da Dio e vide avverarsi la promessa di Dio. Segui Mosè che libero il popolo ebraico dalla schiavitù egiziana guidandolo in mezzo al deserto. Nel frattempo vennero anche vari profeti i quali annunciarono la prossima venuta di Cristo. Parola vivemte di Dio.

Pace e bene

_________________
Andrea
avatar
Andrea
Admin

Numero di messaggi : 5638
Età : 86
Località : Atene - Grecia
Data d'iscrizione : 14.02.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.vangelo.forumattiVo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: DIO VIENE INCONTRO ALL'UOMO (Capitolo secondo)

Messaggio  annaxel il Ven Ott 17, 2008 5:00 pm

Per concludere il secondo capitolo, riunisco queste domande:
2)Dove è contenuta la Rivelazione divina?
3) Chi è l'autore della Sacra Scrittura?
4) Che cos'è la tradizione?
5) Chi può interpretare autorevolmente la Bibbia o la Tradizione?
avatar
annaxel

Numero di messaggi : 2799
Data d'iscrizione : 14.02.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: DIO VIENE INCONTRO ALL'UOMO (Capitolo secondo)

Messaggio  annaxel il Mar Ott 14, 2008 5:16 pm


1)DIO HA PARLATO ALL'UOMO?



Per amore, Dio si è rivelato e donato all'uomo.
Dio si è manifestato innanzitutto ai nostri progenitori, dopo la loro caduta nel peccato, sempre per amore
ha promesso la salvezza, realizzata pienamete mandando suo Figlio, Gesù Cristo.
...Dio non si stanca mai di parlarci, ma abbiamo orecchi e non sentiamo, abbiamo occhi e non vediamo....
fino a quando?
avatar
annaxel

Numero di messaggi : 2799
Data d'iscrizione : 14.02.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: DIO VIENE INCONTRO ALL'UOMO (Capitolo secondo)

Messaggio  Anna Giacomina il Gio Ott 09, 2008 11:58 am

Come gia' ha detto Andrea, Dio ci ha parlato fin dall'inizio della creazione e poi attraverso i profeti fino ad arrivare al Logos, Verbo Incarnato. Si, Dio ci ha parlato eccome!! Piu' chiaro di cosi'! Piuttosto come mai noi siamo sordi alla Sua Parola?
avatar
Anna Giacomina

Numero di messaggi : 1034
Località : Londra
Data d'iscrizione : 14.02.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: DIO VIENE INCONTRO ALL'UOMO (Capitolo secondo)

Messaggio  Andrea il Gio Ott 09, 2008 9:20 am

Nella creazione, troviamo quanto Dio offre a noi, sue creature. Si puo` dire cosi che essa e` stata il primo documento di Dio indirizzato all' uomo.
In seguito, passo a passo, Dio ha iniziato la rivelazione di se stesso."Con eventi e parole intimamente connesse tra loro" (Conc. Ecum. Vat.II). Iniziando con Noe, poi Abramo e avanti ancora con i profeti, ci ha gradualmente portati a ricevere la rivelazione Suprema: Suo Figlio tra noi!

Pace e bene


Ultima modifica di Andrea il Gio Ott 09, 2008 12:20 pm, modificato 1 volta

_________________
Andrea
avatar
Andrea
Admin

Numero di messaggi : 5638
Età : 86
Località : Atene - Grecia
Data d'iscrizione : 14.02.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.vangelo.forumattiVo.com

Tornare in alto Andare in basso

DIO VIENE INCONTRO ALL'UOMO (Capitolo secondo)

Messaggio  annaxel il Mer Ott 08, 2008 10:31 am


DIO HA PARLATO ALL'UOMO?
avatar
annaxel

Numero di messaggi : 2799
Data d'iscrizione : 14.02.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: DIO VIENE INCONTRO ALL'UOMO (Capitolo secondo)

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum