LA PROFESSIONE della FEDE CRISTIANA

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Andare in basso

Re: LA PROFESSIONE della FEDE CRISTIANA

Messaggio  annaxel il Mer Feb 11, 2009 3:32 pm

LA RISURREZIONE E' UN FATTO STORICAMENTE ATTESTATO?
CHE IMPORTANZA DARE ALLA TOMBA VUOTA?
avatar
annaxel

Numero di messaggi : 3402
Data d'iscrizione : 14.02.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA PROFESSIONE della FEDE CRISTIANA

Messaggio  annaxel il Sab Feb 07, 2009 2:03 pm

annaxel ha scritto:CHE COSA SIGNIFICA LA DISCESA AGLI INFERI?
SI TRATTA SOLO DI UN MODO DI DIRE?

Con l'espressione <Gesù discende agli inferi> il Simbolo professa che Gesù è morto realmente e che, mediate la sua morte
per noi, egli ha vinto la morte e il diavolo < che della morte ha il potere> (Eb e, 14).
La discesa agli inferi non è un modo di dire, significa veramente che Cristo morto, con la sua anima unita al corpo Persona divina,
discese nella dimora dei morti aprendo le porte del cielo ai giusti che lo avevano preceduto.
avatar
annaxel

Numero di messaggi : 3402
Data d'iscrizione : 14.02.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA PROFESSIONE della FEDE CRISTIANA

Messaggio  silvia il Gio Feb 05, 2009 12:54 am

annaxel ha scritto:CHE COSA SIGNIFICA LA DISCESA AGLI INFERI?
SI TRATTA SOLO DI UN MODO DI DIRE?

Non è così semplice il senso di questa verità di Fede.
La definizione del catechismo - compendio, 125- è sintetica ma non esaurisce a mio avviso il senso.
La discesa di Cristo agli inferi, è un articolo di fede, ed un dato certo del N.T.
Io mi chiedo se per i giusti vissuti nel tempo prima della venuta di Gesù sulla terra, il cielo fosse chiuso. Se-entrati nell'eternità - abbiano aspettato un "tempo" prima di entrare nella Vita.
Io credo che il senso sia più ampio della definizione del catechismo, che certamente dice -in poche parole- tutto.
Penso al ricco Epulone che dall'inferno vede Lazzaro "nel seno di Abramo" ...
La "discesa di Cristo agli inferi" ci fa intuire la profondità infinita del mistero della Sua morte, Resurrezione, Ascensione.
Cristo, ancor prima della sua venuta, è già promesso, atteso, sperato...
L'uomo del VT , nella misura in cui accoglie questa promessa, vede i suoi inferi illuminarsi di un raggio che diventa certezza.Nella misura in cui la rifiuta, gli inferi diventano l'inferno.
Discesa di Gesù agli inferi, significa nello stesso tempo la realtà della Sua morte di uomo ed il Suo trionfo su di essa.
"Dio lo ha liberato dagli orrori dell'Ade" (cioè dello scheol, Atti 2,24), perchè prima ve lo aveva immerso, ma senza mai abbandonarvelo(2,31).
"Se Cristo, nel mistero dell'Ascensione, <è salito al di sopra di tutti i cieli>, si è perchè è pure <disceso nelle regioni inferiori della terra>. La fede cristiana confessa che Gesù Cristo è il Signore del cielo dopo essere risalito di tra i morti.(Rom 10,6-10).
(Leon Dufour e altri-Dizionario di T.B.)
avatar
silvia

Numero di messaggi : 789
Età : 78
Località : Padova
Data d'iscrizione : 16.02.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA PROFESSIONE della FEDE CRISTIANA

Messaggio  chiarotta91 il Mar Feb 03, 2009 5:51 pm

Gli " inferi" - diversi dall'inferno della dannazione - costituivano lo stato di tutti coloro, giusti e cattivi, che erano morti prima di Cristo. Con l'anima unita alla sua Persona divina, Gesù ha raggiunto negli Inferi i giusti che attendevano il loro Redentore per accedere infine alla visione di Dio. Dopo aver vinto, mediante la sua morte, la morte e il diavolo "che della morte ha il potere" (Eb, 2,14) ha liberato i giusti in attesa del Redentore e ha aperto loro le porte del Cielo.
Ci sono molte belle icone, le anastasis, e qui Andrea potrebbe aiutarci con il greco e lo farà sicuramente appena gli sarà possibile, che descrivono la discesa agli inferi del redentore. Ho un'icona di questo genere. Il Redentore indossa vesti bianche, è all'interno di una "mandorla " di luce. Ha le braccia rivolte verso due figure : sono Adamo ed Eva che tira sù dai loro sepolcri. Sotto i suoi piedi le porte aperte e le due ante a mo' di croce ed intorno le chiavi che lui ha reso inutili con la risurrezione. Sotto le porte si vede il demonio, legato, faccia a terra e definitivamente sconfitto. Intorno al Cristo figure di Santi che con lui condividono la gioia eterna.
avatar
chiarotta91

Numero di messaggi : 488
Età : 59
Località : Roma
Data d'iscrizione : 15.12.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA PROFESSIONE della FEDE CRISTIANA

Messaggio  annaxel il Mar Feb 03, 2009 10:55 am

CHE COSA SIGNIFICA LA DISCESA AGLI INFERI?
SI TRATTA SOLO DI UN MODO DI DIRE?
avatar
annaxel

Numero di messaggi : 3402
Data d'iscrizione : 14.02.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA PROFESSIONE della FEDE CRISTIANA

Messaggio  annaxel il Mar Feb 03, 2009 10:52 am

annaxel ha scritto: CHE SIGNIFICATO HA L'ULTIMA CENA?

Gesù si offrì liberamente per la nostra salvezza sull'altare della croce.
Ora, questo dono egli lo manifestò e lo reaalizzò in precedenza durante l'Ultima Cena: <Questo è il mio corpo, che è dato per voi> (Lu. 22, 19)
avatar
annaxel

Numero di messaggi : 3402
Data d'iscrizione : 14.02.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA PROFESSIONE della FEDE CRISTIANA

Messaggio  chiarotta91 il Gio Gen 29, 2009 12:50 am

Gesù dice: "ho desiderato tanto mangiare la Pasqua con voi".Condivide con gli amici il pane e il vino ,quasi a voler compiere un ultimo gesto conviviale. Ma per rispondere nella libertà al disegno del Padre su di Lui offre se stesso . Il gesto di commiato si trasforma nel segno perenne della Sua presenza tra noi " tutti i giorni " della nostra vita, fino alla fine dei tempi.L'ultima cena è l'inizio della presenza viva , santificante , misericordiosa di Cristo nella storia.
avatar
chiarotta91

Numero di messaggi : 488
Età : 59
Località : Roma
Data d'iscrizione : 15.12.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA PROFESSIONE della FEDE CRISTIANA

Messaggio  annaxel il Mer Gen 28, 2009 10:43 am

CHE SIGNIFICATO HA L'ULTIMA CENA?
avatar
annaxel

Numero di messaggi : 3402
Data d'iscrizione : 14.02.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA PROFESSIONE della FEDE CRISTIANA

Messaggio  annaxel il Dom Gen 25, 2009 2:29 pm

....Gesù aveva compiuto azioni, quali il perdono dei peccati, che lo avevano rivelato come Dio Salvatore.
Alcuni Giudei, i quali non riconoscevano il Dio fatto uomo, ma vedevano n Gesù un uomo che si faceva Dio (Gv.10, 33), lo giudicarono un bestemmiatore.
...Gesù morì per i nostri peccati, significa che la nostra salvezza proviene dall'iniziativa d'amore di Dio per noi, perchè <è Lui che ha amato noi e ha mandato il suo Figlio come vittma di espiazione per i nostri peccati> (1 Gv. 4,10).
<E' stato Dio infatti a riconciliare a ssè il mondo in Cristo> (2 Cr 5,19).
avatar
annaxel

Numero di messaggi : 3402
Data d'iscrizione : 14.02.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA PROFESSIONE della FEDE CRISTIANA

Messaggio  chiarotta91 il Gio Gen 22, 2009 9:59 pm

Provo a rispondere alla prima domanda , secondo quando la Parola ci dice.
Gesù trovò opposizione in alcuni Ebrei per lo stesso motivo per cui il giovane ricco non si accorse dello sguardo amorevole con cui il Signore lo aveva fissato. Alcuni Ebrei non riconobbero il tempo in cui erano stati visitati e non divennero discepoli di Gesù. Rimasero attaccati ad una Legge normativa e non compresero il nuovo linguaggio dell'amore . Fu la libertà ,dono di Dio, ad operare questa differenza. Nella libertà ciascuno può orientare la propria vita come vuole. Questo però non impedisce l'annuncio della verità salvifica del Kerigma . Gesù risponde alle domande del giovane ricco,gli indica la strada. Sappiamo tutti che "se ne andò triste perchè aveva molti beni" e che Gesù lo guardò allontanarsi, con tanto Amore.
Allora anche noi , come Gesù , guardiamo con tanto amore chi sceglie di non diventare Suo discepolo. E mai , proprio mai ci sia in noi rancore o peggio odio.
avatar
chiarotta91

Numero di messaggi : 488
Età : 59
Località : Roma
Data d'iscrizione : 15.12.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA PROFESSIONE della FEDE CRISTIANA

Messaggio  annaxel il Gio Gen 22, 2009 6:23 pm

GESU' CRISTO PATI' SOTO PONZIO PILATO, FU CROCFISSO, MORI' E FU SEPOLTO

Perchè Gesù incontrò opposizione tra alcuni Giudei?
Che significato ha dire che Gesù morì per i nostri peccati?
avatar
annaxel

Numero di messaggi : 3402
Data d'iscrizione : 14.02.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA PROFESSIONE della FEDE CRISTIANA

Messaggio  Andrea il Gio Gen 22, 2009 5:48 am

Vorrei ripondere, cioè cercherò di rispondre a Pietro, su quanto ci dice di Maria Madre di Gesù.
Inizierei con la frase: "Ciò che è impossibile agli uomini è possibile a Dio".
Carissimo Pietro nono guardare l' universo con gli "occhi umani" L' Universo che Dio ha creato l' universo per farci capire l'immensità del SUO essere, la grandezza delle SUE capacità. Tu sai dove è il Paradiso? nemmeno io! Possiamo solo immaginarlo... siciramente non può essere nello spazio che noi vediamo... ed io arriverei a dire che questo Spazio è piccolo confrontato con l' immansità del nostro Creatore!
Poi c' è da considerare un altro particolare: SE Gesù è assunto in cielo in °carne ed ossa° perchè, vista l' onnipotenza di Dio, non poteva portare il Cielo anche Maria??

Pace e bene

_________________
Andrea
avatar
Andrea
Admin

Numero di messaggi : 5755
Età : 87
Località : Atene - Grecia
Data d'iscrizione : 14.02.08

Visualizza il profilo http://www.vangelo.forumattiVo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: LA PROFESSIONE della FEDE CRISTIANA

Messaggio  chiarotta91 il Mer Gen 21, 2009 7:34 pm

E' Creatore il Padre, che vuole l'uomo a propria immagine e somiglianza, che vuole uccelli nel Cielo e pesci nei mari; è creatore il Figlio che rende tutti noi creature nuove con il Suo Sangue versato per la nostra redenzione; è Creatore lo Spirito Santo che vivifica la Chiesa , corpo visibile di Cristo e rinnova ogni giorno in noi i suoi doni.
avatar
chiarotta91

Numero di messaggi : 488
Età : 59
Località : Roma
Data d'iscrizione : 15.12.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA PROFESSIONE della FEDE CRISTIANA

Messaggio  annaxel il Dom Gen 18, 2009 2:12 pm

pietro ha scritto:Io ho dei problemi ad accettare alcune verità del Vangelo ( che accetto col cuore ma la mia misera ragione non le accetta perché trova delle contraddizioni inconciliabili) fra queste c'è l'assunzione di Maria nei cieli.
Accetto, con la mente e con il cuore, la maternità di Maria su Gesù, perfezionata, in modo miracoloso, dallo Spirito Santo...ma non riesco ad accettare l'assunzione di Maria, in carne ed ossa, nei cieli. Se i “cieli” sono uno “status” e non un luogo Maria deve essersi trasformata in qualche modo dalla forma corporea ad una forma spirituale; se i “cieli” sono al di fuori dello spazio non è ammissibile che vi esista un “corpo” (che è limitato nello spazio: gli organi esterni e interni occupano spazio) ; stessa cosa per il tempo: non è concepibile una corporeità al di fuori del tempo.
Quindi Maria io la vedo sì assunta nei cieli ma in spirito e santità.....Vorrei sapere cosa ne pensate.

Ciao Pietro! Hai anticipato quella parte della nostra professione di fede che avrei trattato più avanti, va bene così....
alla tua domanda il catechismo risponde così:
La Santissima Vergine Maria, finito il corso della sua vita terrena, fu elevata in corpo e anima alla gloria del cielo, dove già partecipa alla gloria della Risurrezion del suo Figlio, anticipando la risurrezione di tutte le membra del suo Corpo....aggiungo, che la Chiesa non sottovaluta la realtà materiale, la carne è il cardine della salvezza ( caro cardo). Noi crediamo in Dio che è il Creatore della carne; crediamo nel Verbo fatto carne per riscattare la carne; crediamo nella risurrezione della carne, compimento della creazone e redenzione della carne.
....il destino del nostro corpo mortale: con la morte, l'anima viene separata dal corpo, ma nella risurrezione Dio tornerà a dare la vita
incorruttibile al nostro corpo trasformato, riunendolo alla nostra anima.
Come Cristo è risorto e vive per sempre, così noi tutti risusciteremo nell'ultimo giorno. (un corpo incorruttibile, un corpo, per così dire, < spirituale> (1Cor. 15,44)
Gesù ha detto:< Ti benedico o Padre, Signore del cielo e della terra, perchè hai tenute noscoste queste cose ai sapienti e agli intelligenti e le ai rivelate ai piccoli>....(Mt. 11, 25)
avatar
annaxel

Numero di messaggi : 3402
Data d'iscrizione : 14.02.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA PROFESSIONE della FEDE CRISTIANA

Messaggio  Anna Giacomina il Dom Gen 18, 2009 11:43 am

Come al solito quando si parla di queste cose io penso che noi non avremo mai la capacita' di dire come sara' il Paradiso o come saranno i nostri corpi in paradiso proprio perche' il tutto sara' cosi' diverso da cio' che conosciamo e noi non abbiamo termini di riferimento per poter capire e non abbiamo neanche le parole per poter descrivere questa realta'.

Personalmente non mi pongo problemi in quanto mi fido di quello che la Chiesa ci insegna. Poi gia' San Paolo (1Cor:35-58)ci dice che in cielo avremo un corpo "animato dallo Spirito", il nostro corpo corruttibile sara' trasformato in un corpo incorruittibile. Cosa voglia esattamente dire non lo so ma sempre di corpo parla.

Gesu' stesso, dopo la Sua risurrezione apparve agli apostoli con un corpo.
In Luca 24:38 si legge " Perche' avete tanti dubbi dentro di voi? Guardate le mie mani e i miei piedi! Sono proprio io! Toccatemi e verificate:un fantasma non ha carne e ossa come me".
Cioe' il Suo era un corpo come il nostro, infatti anche San Tommaso ha potuto mettere il dito nella piaga di Gesu', pero' era un corpo che passava attraverso le pareti perche' Gesu' si e' materializzato nella stanza dove gli apostoli erano riuniti, senza entrare dalla porta dopo aver bussato.
E poi anche il Credo ci parla della risurrezione dei corpi. Quindi ne deduco che in paradiso avremo un corpo molto particolare, appunto glorificato, ma pur sempre corpo. Impossibile comunque descrivere cio' che non si e' mai visto su questa terra, cio' che qui non esiste......
avatar
Anna Giacomina

Numero di messaggi : 1034
Località : Londra
Data d'iscrizione : 14.02.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA PROFESSIONE della FEDE CRISTIANA

Messaggio  pietro il Dom Gen 18, 2009 10:42 am

Io ho dei problemi ad accettare alcune verità del Vangelo ( che accetto col cuore ma la mia misera ragione non le accetta perché trova delle contraddizioni inconciliabili) fra queste c'è l'assunzione di Maria nei cieli.
Accetto, con la mente e con il cuore, la maternità di Maria su Gesù, perfezionata, in modo miracoloso, dallo Spirito Santo...ma non riesco ad accettare l'assunzione di Maria, in carne ed ossa, nei cieli. Se i “cieli” sono uno “status” e non un luogo Maria deve essersi trasformata in qualche modo dalla forma corporea ad una forma spirituale; se i “cieli” sono al di fuori dello spazio non è ammissibile che vi esista un “corpo” (che è limitato nello spazio: gli organi esterni e interni occupano spazio) ; stessa cosa per il tempo: non è concepibile una corporeità al di fuori del tempo.
Quindi Maria io la vedo sì assunta nei cieli ma in spirito e santità.....Vorrei sapere cosa ne pensate.

pietro

Numero di messaggi : 37
Località : Grosseto
Data d'iscrizione : 22.11.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA PROFESSIONE della FEDE CRISTIANA

Messaggio  annaxel il Sab Gen 17, 2009 3:09 pm

Che cosa sappiamo della Madre di Gesù?
Si può dire che la Vergine Maria è a Madre di Dio?
avatar
annaxel

Numero di messaggi : 3402
Data d'iscrizione : 14.02.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA PROFESSIONE della FEDE CRISTIANA

Messaggio  annaxel il Sab Gen 17, 2009 3:05 pm

annaxel ha scritto:Gesù Cristo fu concepito per opera dello Spirito Santo
e nacque da Maria Vergine


Gesù non è dunque un uomo come tutti gli altri?

Gesù Cristo non è un uomo come tutti gli altri, ma è il figlio unigenito del Padre- la Parola eterna, cioè il Verbo
e l'immagine sostanziale del Padre - che si è incarnato: senza perdere la natura divina che aveva dall'eternità, ha assunto nel tempo stabilito da Dio la natura umana.
Dungue è vero Dio e vero uomo nell'unità della Persona divina.
Per questo motivo è l'unico mediatore fra Dio e gli uomini.
avatar
annaxel

Numero di messaggi : 3402
Data d'iscrizione : 14.02.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA PROFESSIONE della FEDE CRISTIANA

Messaggio  Andrea il Mer Gen 14, 2009 4:12 pm

Gesu` venuto sulla terra era un uomo del tutto e per tutto simile agli altri uomini, ma aveva nello stesso tempo una grandissima qualita`: quella di essere Figlio di Dio e anche Lui DIO.
Proprio questa nascita ci dimostra il grande amore di Dio per le sue creature. Lui voleva salvarle e ha trovato il mezzo piu` significativo e terribile nello stesso tempo: sacrificare il proprio Figlio!

Pace e bene

_________________
Andrea
avatar
Andrea
Admin

Numero di messaggi : 5755
Età : 87
Località : Atene - Grecia
Data d'iscrizione : 14.02.08

Visualizza il profilo http://www.vangelo.forumattiVo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: LA PROFESSIONE della FEDE CRISTIANA

Messaggio  annaxel il Mer Gen 14, 2009 4:02 pm

Gesù Cristo fu concepito per opera dello Spirito Santo
e nacque da Maria Vergine


Gesù non è dunque un uomo come tutti gli altri?
avatar
annaxel

Numero di messaggi : 3402
Data d'iscrizione : 14.02.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA PROFESSIONE della FEDE CRISTIANA

Messaggio  annaxel il Mar Gen 13, 2009 3:29 pm

Che Dio permetta il male fisico e morale è un mistero che Dio illumina nel suo Figlio Gesù Cristo, morto e risorto per vincere il male.
La fede ci da la certezza che Dio non permetterebbe il il male se dallo stesso male non traesse il bene, per vie che conosceremo pienamente soltanto nella vita eterna….

Un giorno, un teologo per spiegare il male disse:
si compie il male, perché in quel momento il nostro bene diventa una priorità….
avatar
annaxel

Numero di messaggi : 3402
Data d'iscrizione : 14.02.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA PROFESSIONE della FEDE CRISTIANA

Messaggio  chiarotta91 il Mar Gen 13, 2009 12:16 am

Io non mi chiedo perché esiste il male.Non mi chiedo perchè nella società di oggi forze distruttive attaccano l'uomo e e le sue opere. Non mi chiedo perché la cultura della morte prevale su quella della vita.
Ho però la certezza che il Signore mi sarà al fianco nei pericoli, mi sosterrà quando avrò paura, raccoglierà le mie lacrime in un otre. Sono opera delle sue mani. Sono preziosa ai suoi occhi. Nulla di ciò che vivo Gli è indifferente. Anche le mie lacrime sono preziose. Ecco perchè le custodisce. So insomma che il Signore , quando i venti impetuosi dell'esistenza travolgeranno la mia barca, non se ne starà sulla riva a guardare. Mi verrà incontro, come fece con gli apostoli. Anzi, farà molto di più. Salirà con me sulla barca.
avatar
chiarotta91

Numero di messaggi : 488
Età : 59
Località : Roma
Data d'iscrizione : 15.12.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA PROFESSIONE della FEDE CRISTIANA

Messaggio  silvia il Mar Gen 13, 2009 12:06 am

annaxel ha scritto:Perchè Dio permette il male?

Lui, Dio, si ferma davanti alla nostra libertà.
Vorrei dire che l'unico "limite" alla Sua onnipotenza è la libertà di cui ci ha dotato creandoci.
Il male è entrato nel mondo con il peccato di origine, l'atto con cui l'uomo ha risposto alla grandezza donatagli da Dio creandolo libero.
Lui, Dio ci ha creati per amore, per farci Suoi amici e non ci può essere amicizia senza libertà: e ci ha riconfermato il dono mandando il Figlio a ricostituire l'amicizia tradita da Adamo.
Ora sta a noi rispondere con libertà: essere Suoi amici secondo il Suo comandamento o perderLo per sempre.
avatar
silvia

Numero di messaggi : 789
Età : 78
Località : Padova
Data d'iscrizione : 16.02.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA PROFESSIONE della FEDE CRISTIANA

Messaggio  Anna Giacomina il Lun Gen 12, 2009 11:23 pm

Dio ci ha creati liberi. La nostra liberta' di decidere per il bene o per il male e' il dono piu' grande che Dio ci ha fatto. Altrimenti saremmo dei burrattini.
Ovviamente questo fa si' che Dio debba non "permettere" perche' dire permettere quasi implica un "dare il permesso " da parte di Dio e questo non e' cosi', (non e' possibile perche' Dio e' Amore e in Lui non c'e' traccia di male ne' ci puo' essere alcun legame con il male), ma che debba, con immensa tristezza, assistere come impotente davanti al male commesso nel mondo.
E' chiaro che potrebbe intervenire e fermare le guerre, le catastrofi, gli omicidi ecc ecc ma allora dove sarebbe la nostra liberta' decisionale?
Pero' non ci ha abbandonato nel prendere tale enorme decisione tra il Bene e il Male, in realta' non siamo soli : in ognuno di noi c'e' infatti una legge divina che e' scritta nella nostra coscienza. In questo angolo recondito di noi, li' c'e' Dio e li' Lui ci parla e ci guida.
E' nostro dovere - di tutta la vita - cercare di formare ed educare la nostra coscienza e questo viene fatto prima di tutto con la lettura della Parola di Dio e poi con la preghiera, seguendo l'insegnamento del Magistero e anche con l'aiuto di un direttore spirituale.
avatar
Anna Giacomina

Numero di messaggi : 1034
Località : Londra
Data d'iscrizione : 14.02.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA PROFESSIONE della FEDE CRISTIANA

Messaggio  pietro il Lun Gen 12, 2009 5:39 pm

perché Dio permette il male?…. Questa è una domanda difficilissima…ma è stimolante….Cerco di dare una mia risposta…Dio è Luce, Amore, Energia, Misericordia etc etc etc… In Dio trapelano quindi tutte le qualità più positive dell’essere (positive perché il la natura è orientata verso il bene ,verso l’armonia, e non verso il male, la disarmonia). Allora è impensabile che da Dio possa scaturire una complicità nei confronti del male (Dio non può permettere il male) ma è più logico pensare che Dio abbia infuso nell’uomo (al momento della creazione) quella fiammella di libertà che col tempo è diventata un falò ; questa è una vigorosa fiamma di libertà che non solo rende libero l’uomo nelle sue scelte ma lo svincola dai frutti che da esse scaturiscono e siccome l’uomo è diviso in sé dal Bene e dal Male la libertà delle sue scelte lo porterà talvolta a scelte di odio che porteranno al Male e talvolta a scelte di amore che lo porteranno al Bene.
Dio conoscendo la ambigua (Bene/Male) natura umana ha spaccato la storia facendosi uomo in mezzo a noi: e il Signore è sceso fra noi per indicarci la strada verso il Bene. E ci ha insegnato il modo per sintonizzarci con Lui…è la preghiera, con la quale riusciamo a percepire il messaggio di Bene che Dio ci sussurra, ogni giorno, ogni attimo della nostra vita .

pietro

Numero di messaggi : 37
Località : Grosseto
Data d'iscrizione : 22.11.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LA PROFESSIONE della FEDE CRISTIANA

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum