Mt 12, 6-8

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Mt 12, 6-8

Messaggio  chiarotta91 il Ven Lug 17, 2009 3:55 pm

Il Vangelo di oggi è un passo del cap. 12 di Matteo. Gesù con i suoi amici sta attraversando un campo di grano . Sembra di vederlo , attorniato dai suoi discepoli. Una scena allegra , non c'è che dire. Passando tra le spighe "cominciarono a coglierle e a mangiarle ". Hanno fame infatti. Ma è un giorno di sabato e i farisei, vigili a cogliere sempre Gesù e gli amici in fallo , prontamente lo rimproverano perchè " stanno facendo quello che non è lecito fare di sabato ". La legge da una parte, la compassione dall'altra. Hanno fame . Gesù ricorda ai farisei quanto compiuto da Davide in circostanze analoghe. Poi i versetti sui quali vi invito a meditare :
"Ora io vi dico che qui vi è uno più grande del tempio . Se aveste compreso cosa significhi : Misericordia io voglio e non sacrifici , non avreste condannato persone senza colpa . Perché il figlio dell'uomo è signore del sabato ".
L'amicizia con Gesù è qualcosa " più grande del tempio". Non si limita al culto, all'ossequio di pratiche . Ci invita alla condivisione della realtà dell'altro. Allora la misericordia è davvero la pratica del nostro amore per Cristo. Non è il sacrificio . Non è la messa alla quale assisto ma è la compassione amorevole per l'altro.
E' in obbedienza a questo passo evangelico che il Magistero della Chiesa sta programmando una pastorale per i divorziati ed i separati. Perchè anche loro hanno fame di Cristo e Cristo è il signore del sabato.
avatar
chiarotta91

Numero di messaggi : 488
Età : 58
Località : Roma
Data d'iscrizione : 15.12.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum