Marco 2, 1-28

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Prima controversia

Messaggio  annaxel il Gio Feb 28, 2008 3:43 pm

Rflessione: Mc. 2,1-12
Da annaxel Ieri a 2:36 pm

In questo episodio è evidente che Marco, pur riferendoci il miracolo
del < paralitico perdonato> vuole porre l'accento sulla controversia
con gli scribi, sul tema del poter rimettere i peccati.
Qui Gesù rivendica il potere divino di perdonare i peccati....
si nota anche che la rimessione dei peccati avverrà solo per la fede
dimostratagli; sarà così che la salvezza portata da Gesù diventerà
oggetto di contestazione.
avatar
annaxel

Numero di messaggi : 2830
Data d'iscrizione : 14.02.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Quarta controversia

Messaggio  Anna Giacomina il Mer Feb 27, 2008 10:06 pm

"Questo passaggio ci confronta con una verita' essenziale che dimentichiamo a nostro rischio e pericolo e cioe':
la religione non consiste di regole e leggi e leggine.
E' importante osservare il precetto festivo ma nella religione c'e' molto di piu' che non solo questo. Altrimenti se essere un buon cristiano volesse dire andare in chiesa e non lavorare di domenica e basta, sarebbe una cosa abbastanza facile per tutti.
L'amore, il perdono, il servire gli altri e usar loro misericordia, tutto questo e' al centro dell'essere cristiani. Se rimpiazziamo questi valori con delle regole, allora vuol dire che la religione e' in declino.
Esser cristiani e' sempre consistito molto di piu' nel fare che non nel trattenersi dal fare".

dal commento al Vangelo di Marco, di William Barclay
avatar
Anna Giacomina

Numero di messaggi : 1034
Località : Londra
Data d'iscrizione : 14.02.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Quarta controversia

Messaggio  annaxel il Mer Feb 27, 2008 2:57 pm

Quarta controversia
Da annaxel Oggi a 12:01 pm

Anche in questa controversia, Marco (2,23-28 ) prende spunto da un fatto concreto: la raccolta delle spighe in giorno di sabato da parte dei discepoli....Marco a differenza di (Mt.12,1-8 e di Lc.6,1-5) ci dice che i discepoli strappano le spighe non per mangiarle, ma per aprirsi la strada, rendendo la mancanza più comprensibile, essendo un gesto proibito dalla Legge di Mosè.
Ma tutto questo è motivo per capire il w.27 e l'atteggiamento di Gesù nei confronti della Legge: essa non può opprimere gli uomini, ne solo norme esteriori, ma piuttosto fonte di libertà, quella libertà che ci viena donata dall'amore di Dio.
(w 27) E diceva loro:< Il sabato è stato fatto per l'uomo e non l'uomo per il sabato! Perciò il Figlio dell'uomo è signore del sabato>.
avatar
annaxel

Numero di messaggi : 2830
Data d'iscrizione : 14.02.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Terza controversia

Messaggio  annaxel il Mer Feb 27, 2008 2:54 pm

Terza controversia
Da annaxel il Lun Feb 25, 2008 3:45 pm

Marco, nel Cap. 2,18-22, vuole che sia chiaro che il Vangelo è davvero qualcosa di nuovo, è fonte di speranza e di gioia....
quindi utilizza la questione relativa al digiuno per introdurre un detto di Gesù che riguarda la novità del Vangelo: il < vino nuovo>.
L'interpretazione che i farisei danno alla Legge <otri vecchi> non può contenere la parola di Gesù che supera con l'Amore tutti i cavilli della Legge, che rendevano schiavi gli uomini, senza conoscere l'amore che deve avvicinare la creatura al Creatore.
annaxel


Messaggi : 18
Registrato il : 14/02/08
avatar
annaxel

Numero di messaggi : 2830
Data d'iscrizione : 14.02.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Seconda controversia Mc.2,13-17

Messaggio  annaxel il Mer Feb 27, 2008 2:52 pm

Seconda controversia
Da annaxel il Dom Feb 24, 2008 10:23 am

Leggendo il cap. Mc. 2,13-17: la chiamata di Levi (Matteo), esattore delle tasse e il successivo pasto con i peccattori...
mi sono chiesta il perchè Marco ha voluto riportare questo episodio...
è ben evidente, anche in questo caso il voler mettere in risalto la controversia con i farisei, che interpretavano la legge
lontano dal volere di Dio.
L'oggetto della disputa è la misericordia di Dio verso i peccattori, che Gesù è venuto a rivelare...è nel versetto 17, che chiarisce
la sua missione:< Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati; non sono venuto per chiamare i giusti, ma i peccattori>.
avatar
annaxel

Numero di messaggi : 2830
Data d'iscrizione : 14.02.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Marco 2, 1-28

Messaggio  Andrea il Dom Feb 17, 2008 5:21 am

Marco è solito alternare scene interne ed esterne. Cosi ci porta subito “di nuovo in riva al mare”. La folla arriva vicino a Gesù, ma lui cerca qualcuno e questo qualcuno è un pubblicano, Levi, che poi si vedrà che non è altro che il primo evangelista. I pubblicani erano considerati peccatori pubblici per via della loro professione: un raccoglitore di imposte. Essendo tutti convinti che con i loro abusi finivano von arricchirsi, anche i farisei non li accettavano se prima non lasciavano il loro impiego. Gesù si avvicina al banco dei pubblicani e rivolgendosi a Levi, foglio di Alfeo gli dice: “Seguimi°. Lui lascia tutto e alzandosi lo segue.
Nella scena seguente, descritta da Marco, troviamo Gesù seduto a tavola °in casa sua° (quella di Gesù. O quella di Levi?). Il fatto scandalizza i farisei perchè, per loro, era inammissibile mettersi a tavola con peccatori pubblici. E subito la loro rimostranza verso i discepoli di Gesù: “Perchè si mette a tavola con i pubblicani e i peccatori? ” Ma Gesù interrompe i loro pensieri che lo catalogano come se si gettasse nell’ impurità. Gesù però non li lascia senza una risposta: si presenta come il medico che serve ai malati e non a chi è sano. A questo punto è da notare che per l' antico testamento il guaritore umano può operare solo grazie all' intervento di Dio che è l’ unico vero medico!
Da qui, ne risulta che la venuta si Gesù che chiama i peccatori e guarisce il male fino alla radice, perciò chiama a se i peccatori che hanno bisogno di guarire e non i giusti.
avatar
Andrea
Admin

Numero di messaggi : 5692
Età : 86
Località : Atene - Grecia
Data d'iscrizione : 14.02.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.vangelo.forumattiVo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Marco 2, 1-28

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum