Sinore,pietà!

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Sinore,pietà!

Messaggio  silvia il Ven Mar 28, 2008 5:19 pm

Signore,Pietà
Ancora stasera S. è andato in cerca di un rapporto trans.
E' tornato sconvolto.Disgustato.Irriconoscibile.
A.è disperato.Desidera,spera di morire stanotte.
Signore, io accetto di restare fin che Tu vuoi.
Ma Ti prego per lui: chiamalo,
e liberalo:Tu sei il liberatore.
Abbi pietà!.
Amen.
avatar
silvia

Numero di messaggi : 783
Età : 77
Località : Padova
Data d'iscrizione : 15.02.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Ascoltaci Signore!

Messaggio  annaxel il Sab Mar 29, 2008 10:18 am

...Pietà, solo pietà Signore!!!
avatar
annaxel

Numero di messaggi : 2828
Data d'iscrizione : 13.02.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sinore,pietà!

Messaggio  Anna Giacomina il Dom Mar 30, 2008 1:21 pm

Stasera all'ora di adorazione ho pregato per S., perche' il Signore spezzi le catene di questo vizio che lo tiene schiavo, e per tutti voi.
Signore ascolta la mia preghiera.


Ultima modifica di Anna Giacomina il Mar Apr 01, 2008 1:18 am, modificato 1 volta
avatar
Anna Giacomina

Numero di messaggi : 1034
Località : Londra
Data d'iscrizione : 13.02.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sinore,pietà!

Messaggio  Daniele il Dom Mar 30, 2008 10:56 pm

Silvia, forse la prima forma di pietà è quella di aiutarlo a non essere turbato per le proprie inclinazioni.
Anche se la Chiesa riconosce come accettabile solo l'unione consacrata fra persone di sesso diverso, leggo nell'art. 2358 del Catechismo "Questa inclinazione, oggettivamente disordinata, costituisce per la maggior parte di loro una prova. Perciò devono essere accolti con rispetto, compassione, delicatezza. A loro riguardo si eviterà ogni marchio di ingiusta discriminazione. Tali persone sono chiamate a realizzare la volontà di Dio nella loro vita, e, se sono cristiane, a unire al sacrificio della croce del Signore le difficoltà che possono incontrare in conseguenza della loro condizione".
avatar
Daniele
Admin

Numero di messaggi : 605
Età : 56
Località : Napoli
Data d'iscrizione : 13.02.08

Vedi il profilo dell'utente http://vangelo.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Signore, pietà.....

Messaggio  silvia il Lun Mar 31, 2008 2:40 pm

Caro Daniele, grazie per le tue parole buone. La sensibilità alle sofferenze altrui, da sempre un po' di conforto.
Non posso in un forum pubblico, essere troppo esplicita, mi limito a citare il precedente ed il successivo articolo del catechismo, per meglio inquadrare l'argomento: solo per completezza-relativa-dottrinale.
La mia preghiera che chiedevo di condividere, è proprio una "Preghiera": dove Dio solo legge e ascolta, come Lui solo può e sa...

2357 L'omosessualità designa le relazioni tra uomini o donne che provano un'attrattiva sessuale, esclusiva o predominante, verso persone del medesimo sesso. Si manifesta in forme molto varie lungo i secoli e nelle differenti culture. La sua genesi psichica rimane in gran parte inspiegabile. Appoggiandosi sulla Sacra Scrittura, che presenta le relazioni omosessuali come gravi depravazioni, 238 la Tradizione ha sempre dichiarato che « gli atti di omosessualità sono intrinsecamente disordinati ». 239 Sono contrari alla legge naturale. Precludono all'atto sessuale il dono della vita. Non sono il frutto di una vera complementarità affettiva e sessuale. In nessun caso possono essere approvati.

2358 Un numero non trascurabile di uomini e di donne presenta tendenze omosessuali profondamente radicate. Questa inclinazione, oggettivamente disordinata, costituisce per la maggior parte di loro una prova. Perciò devono essere accolti con rispetto, compassione, delicatezza. A loro riguardo si eviterà ogni marchio di ingiusta discriminazione. Tali persone sono chiamate a realizzare la volontà di Dio nella loro vita, e, se sono cristiane, a unire al sacrificio della croce del Signore le difficoltà che possono incontrare in conseguenza della loro condizione.

2359 Le persone omosessuali sono chiamate alla castità. Attraverso le virtù della padronanza di sé, educatrici della libertà interiore, mediante il sostegno, talvolta, di un'amicizia disinteressata, con la preghiera e la grazia sacramentale, possono e devono, gradatamente e risolutamente, avvicinarsi alla perfezione cristiana.



Ti pare che un "cammino" come quello tracciato dal catechismo, non meriti e necessiti, innanzi tutto della "Pietà" divina? e non pensi che anche le persone chiamate a condividere questa prova, ad accompagnare questo cammino, come i familiari con cui la persona vive, non necessitano della "Pietà" di Dio, e dei fratelli?
Non è facile, sai, trovare, incontrare, una "amicizia" disinteressata...

Infine, ti chiedo -ma non necessita risposta- se conosci la differenza tra una persona che ha tendenze omosessuali profondamente radicate, ed una che invece non le ha ma vive una profonda crisi esistenziale, ed è soggetta a prove e tentazioni di ogni genere?
avatar
silvia

Numero di messaggi : 783
Età : 77
Località : Padova
Data d'iscrizione : 15.02.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sinore,pietà!

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum