Riflessioni in margine alla lettura di Mc 1,12-15

Andare in basso

Riflessioni in margine alla lettura di Mc 1,12-15 Empty Re: Riflessioni in margine alla lettura di Mc 1,12-15

Messaggio  chiarotta91 il Dom Mar 01, 2009 2:10 pm

Ritorno sul Vangelo di oggi, perchè offre una chiave di lettura anche per quanti sentono una certa paura del demonio.I fedeli di rito ambrosiano, da oggi anche loro in Quaresima, meditano il passo di Matteo, dove le tentazioni sono presentate in modo più ampio . In quel passo il Signore risponde con un brano della Scrittura ad ogni tentazione di Satana.Poichè avevo elencato le "armi "che abbiamo per difenderci dagli attacchi del tentatore voglio aggiungere adesso la lettura della Parola. Matteo lo dice chiaramente: si risponde alle tentazioni conoscendo la Parola di Dio. Allora che questa entri nella nostra preghiera quotidiana come meditazione o supporto nei momenti di intimo colloquio con il Signore.
chiarotta91
chiarotta91

Numero di messaggi : 488
Età : 60
Località : Roma
Data d'iscrizione : 15.12.08

Torna in alto Andare in basso

Riflessioni in margine alla lettura di Mc 1,12-15 Empty Riflessioni in margine alla lettura di Mc 1,12-15

Messaggio  chiarotta91 il Sab Feb 28, 2009 5:44 pm

Il Vangelo di oggi ci presenta Gesù nel deserto che "stava con le bestie selvatiche e gli angeli lo servivano".Il deserto è il luogo privilegiato dell'incontro con Dio. La parola deserto richiama l'abbandono, la desolazione, l'assenza totale . Manca tutto, ma Dio di fa presente, "attira a sè " come ricorda Isaia. Dobbiamo fare esperienza di un' assenza totale, per incontrare Dio. Dobbiamo sentire la desolazione per cercare la compagnia di Dio.Penso che una delle cause che portano alla disaffezione verso la preghiera sia proprio il fatto che nessuno dedica alla solitudine anche solo un'ora della propria giornata. Restare soli con il Signore aiuta a dare alle varie attività un ordine preciso . Poi , sempre nel passo del Vangelo , il riferimento alle tentazioni di Satana. Purtroppo , a causa dei mass media il Diavolo viene percepito come una potenza invincibile, demoniaca appunto. In realtà, e il cristiano ha l'obbligo di ricordarlo, Satana non è onnipotente perchè è una creatura . Dio l'ha creata bella ed intelligente al pari di tutte le altre. La sua ribellione l'ha portata a scontarsi con Dio, ma questi lo ha sconfitto mediante la morte e risurrezione di Suo Figlio, il Cristo. Satana non può avere sull'uomo l'ultima parola perchè questa appartiere al Signore del tempo e della storia. Gesù , il vincitore sul Demonio ci ha anche dato gli strumenti per vincerlo: la preghiera, il digiuno, l'elemosina, la confessione , la partecipazione ai sacramenti,l'adorazione eucaristica.
chiarotta91
chiarotta91

Numero di messaggi : 488
Età : 60
Località : Roma
Data d'iscrizione : 15.12.08

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum