Presentazione dell'Inno Akathistos

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Presentazione dell'Inno Akathistos

Messaggio  Andrea il Lun Dic 22, 2008 9:02 am

Grazie della bellissima analisi... sinceramente non ci avevo pensato.....

Pace e bene

_________________
Andrea
avatar
Andrea
Admin

Numero di messaggi : 5555
Età : 86
Località : Atene - Grecia
Data d'iscrizione : 14.02.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.vangelo.forumattiVo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Presentazione dell'Inno Akathistos

Messaggio  chiarotta91 il Dom Dic 21, 2008 4:49 pm

E' vero. E' un altro aspetto da considerare di questo Inno. Infatti la Vergine -Madre viene contemplata nella recita delle strofe all'interno del progetto storico-salvifico di Dio dalla creazione fino alla fine dei tempi.Maria come Madre del Verbo e Sposa Immacolata dello Sposo Divino, è unita in modo indissolubile a Cristo e alla Sua Chiesa. Cosi' gli elementi mariani si compenetrano in quelli cristologici, in modo che la lode per la Madre viene subordinata a quella del Figlio. Le espressioni usate nell'Inno per glorificare Cristo sono prese dalle figure dell'Antico Testamento che preannunciano il Salvatore. Si riconoscono poi le formule di fede codificate dai Concili di Nicea(325) Efeso(431) e Calcedonia (451) .L'Akathistos canta dunque il mistero della Vergine- Madre nel mistero di Cristo e della Chiesa e l'evento dell'Incarnazione e del Natale alla luce della Pasqua del Redentore e dei redenti. Insomma nell'Inno il ciclo del Natale è orientato alla Pasqua.Per questo motivo l'autore Basilio di Seleucia lo ha articolato proprio sui numeri simbolici che rappresentano Cristo e la Chiesa. In numero 2 riamanda alle due nature di Cristo (umana e divina), il numero 12 ricorda la Gerusalemme Celeste descritta nell'Apocalisse,come Sposa dell'Agnello . E' da questa visione che l'inno prende gli efimni " Ave, Vergine e Sposa" e " Alleluia" presentando come già compiuto in Maria quello che la Chiesa desidera e spera di essere. Aggiungo come ultima cosa che l'Inno fu composto per il canto ed ha una raffinata metrica greca, i cui versi presentano, per i filologi e gli storici della lingua, notevoli difficoltà nella traduzione , a causa proprio delle parole composte e spesso ...intraducibili. . Perchè si sa ..ogni traduzione è anche un po' un tradimento rispetto al testo originale....
avatar
chiarotta91

Numero di messaggi : 488
Età : 58
Località : Roma
Data d'iscrizione : 15.12.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Presentazione dell'Inno Akathistos

Messaggio  Andrea il Dom Dic 21, 2008 3:47 pm

Vorrei aggiungere a quanto di cosi informativo ed istruttivo ci ha comunicato chiatotta91, che durante la quaresima degli ortodossi mentre noi cattolici ci cimentiamo con la devozione della passione di Cristo, al contrario gli ortodossi si dedicano alla visione di cristo, direi attraverso MAria sua Madre. cosi la cerimonia di ogni venerdi sera si chiama "cheretismì° (=salutazioni) (da notare che la parola greca e` fonetica).Inoltrre il venerdi` prima della domenica delle Palme, questa funzione e` sospesa.

Pace e bene

_________________
Andrea
avatar
Andrea
Admin

Numero di messaggi : 5555
Età : 86
Località : Atene - Grecia
Data d'iscrizione : 14.02.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.vangelo.forumattiVo.com

Tornare in alto Andare in basso

Presentazione dell'Inno Akathistos

Messaggio  chiarotta91 il Sab Dic 20, 2008 11:28 pm

" Akathistos" si chiama un inno liturgico della Chiesa bizantina risalente al V secolo. In verità "Akathistos" non è il il titolo ma indica una rubrica. Significa infatti " non seduti" perché la Chiesa prescrive di recitarlo o cantarlo "stando in piedi" proprio come si ascolta il Vangelo. Questo inno ,infatti è considerato il più alto ossequio alla Madre di Dio.
E' composto di 24 stanze ( o strofe ) divise in due parti : la prima di carattere liturgico - narrativo, la seconda di carattere più dogmatico. All'interno di ciascuna parte è poi a sua volta riconoscibile una duplice ripartizione : sei strofe di carattere cristologioco e sei strofe di carattere ecclesiologico. Le stanze dispari sono seguite da 12 salutazioni mariane.Una versione latina di questo Inno risalente all'anno 800 si diffuse nella tradizione medioevale cattolica, anche se è la Chiesa bizantina a considerare questo Inno l'espressione più alta della dottrina e della devozione alla Santissima Madre di Dio. Infatti la Chiesa Bizantina dedica a questo Inno la memoria liturgica del quinto sabato di Quaresima, detto appunto " sabato dell'Akathistos" e quasi tutti i monasteri slavi e ortodossi ne portano riprodotte le scene sulle pareti degli edifici sacri. Perfino sui paramenti liturgici è possibile vedere immagini delle singole strofe dell'inno.Con molta probabilità l'autore è Basilio di Seleucia, uno dei Padri più influenti del Concilio di Calcedonia (451) che lo compose presumibilmente per celebrare il grande mistero della Madre di Dio, patrona di Costantinopoli,nel Santuario di Blacherne, fatto costruire dall'imperatrice Pulcheria per mettere la città e l'impero sotto la protezione di Maria.Ma la preziosità dell'Akathistos è anche un'altra. E' infatti l'unico testo che propone nella forma di preghiera quello che la chiesa delle origini , ancora unita, ha creduto di Maria , nei suoi pronunciamenti ufficiali e nel suo universale consenso di fede. Per chi auspica ed implora l'unità dei cristiani e la ricomposizione tra la chiesa Cattolica e le Chiese sorelle è una preghiera che deve essere assunta e cantata come preludio e gioioso auspicio perchè tutta la Chiesa ritorni a respirare con i suoi " due polmoni " .
avatar
chiarotta91

Numero di messaggi : 488
Età : 58
Località : Roma
Data d'iscrizione : 15.12.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Presentazione dell'Inno Akathistos

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum